Altroquando per Carousel

Categories: 

Da qualche mese collaboriamo con il magazine on line The Carousel , "l'incredibile guida ai concerti di Roma".
Potete trovare i nostri articoli e le nostre recensioni nella sezione tra virgolette.
Intanto vi proponiamo l'ultimo articolo pubblicato, nel quale si parla del rock "tolkeniano".
Buona lettura!

    •  
    •  
     
    Cosa ci fanno i Led Zeppelin e i Black Sabbath in un libro in cui ci sono anche Blind Guardian e Burzum? E tanto per rendere gli accostamenti ancora più strani, di cosa parla un testo che in appendice analizza anche la carriera da musicista metal di Cristopher Lee (si si, l’attore, ovvero Dracula in persona!!!)?
    Ce lo spiega Fabrizio Giosuè – già autore di Folk Metal, dalle origini al Ragnarök (Crac Edizioni) e fondatore del sito misterfolk.com (a cui vi consiglio di dare un’occhiata) – nel suo curiosissimo Tolkien RocksViaggio musicale nella Terra di Mezzo.

    Il libro, così come la passione per il mondo di Tolkien, nasce per caso in un Natale del 2002 in cui l’autore ricevette dalla sorella un box con due dvd contenente il film “La compagnia dell’Anello”. Da lì Giosuè non è più tornato indietro e Tolkien è diventato per lui un’ossessione. Il libro nasce da questa ossessione e dalla passione per la musica: scoprì per la prima volta un legame tra i Led Zeppelin e Tolkien leggendo “Il Martello degli Dei” e da lì si aprì un vero e proprio altro universo, sorprendente quanto inaspettato: Tolkien come grande fonte di ispirazione per tanti gruppi rock e metal. sintetico.

    Certo, l’argomento del libro è piuttosto specifico, un minimo di interesse verso lo scrittore inglese bisogna averlo per godersi appieno il contenuto, ma l’idea è talmente bizzarra che si, vale proprio la pena leggerlo. Del resto basta leggere i titoli dei capitoli per incuriosirsi e procedere alla lettura: La musica nelle opere di TolkienLa Terra di Mezzo nella storia del rockTolkien e il metal, ma anche impensabili digressioni sulla scena italiana e, come accennato prima, sulla carriera metal di Cristopher Lee, ovvero Saruman il Bianco, da poco scomparso, con due album di symphonic metal al suo attivo.

    Anche l’altra appendice del libro risulta curiosa e interessante: un elenco enorme di band da tutto il mondo che portano il nome di qualcosa che ha a che fare con l’universo di Tolkien e per ognuna di esse l’autore spiega il nome tolkieniano e la musica che la band propone.

    “Se un maggior numero di noi stimasse cibo, allegria e canzoni al di sopra dei tesori d’oro, questo sarebbe un mondo più lieto”, Lo Hobbit.

    Tolkien Rocks. Viaggio musicale nella Terra di Mezzo |  Fabrizio Giosuè |  Arcana Edizioni | 142 pagine, €16,00

     

     

     

    altri nostri articoli:

     

    Claudio Sessa: Improvviso singolare

    Un Ritratto: Keith Jarrett dal '69 al 2011 

    Il videoclip nell'era di Youtube

    Neil Young: sogno di un hippie

    In Jaguar con Nick Cave. 20.000 Days on earth, il docufilm sul bardo australiano

    Storia del metal a fumetti

    Glenn Gould: l'ala del turbine intelligente

    Black Hole: uno sguardo sull'underground italiano

    New York in the roaring Twenties

    Ballate per Fabrizio De Andrè

    Così nuda così violenta

    La musica secondo Kubrick

     

    David Lynch sound designer

    Kurt Cobain. Un amore dell'altro mondo

    The new rockstar philosophy

    Rosso Floyd

     

    http://www.thecarousel.it/